Il mio primo camper: consigli per scegliere il modello giusto per le tue esigenze. 
Camper piccolo, medio o lungo?

Indipendentemente dalla tipologia, le dimensioni di un camper influenzano immancabilmente la progettazione, la realizzazione, il costo finale e non ultima per importanza, la sua più o meno apprezzata “vivibilità”.

 

Le dimensioni contano…ma costano anche?

Nella scelta di un camper, come per l’auto di famiglia, le dimensioni sono una delle caratteristiche più importanti che ne condizionano la guidabilità, l’abitabilità e in parte anche il prezzo d’acquisto.
Se un tempo il listino degli autocaravan aumentava di pari passo alle dimensioni, oggi la differenza di prezzo tra un camper, ad esempio lungo 640 cm e uno che invece misura un metro in più, si è notevolmente ridotta; vuoi perché quasi sempre la tecnica costruttiva non cambia, ma anche perché spesso resta uguale anche la dotazione standard della componentistica e degli accessori installati di serie.

Per questo, finiti i tempi di un “tanto al chilo”, oggi più di ieri in molti sono tentati dall’allestimento più grande.
Se la larghezza si è standardizzata intorno ai due metri e 30, ad esclusione dei furgonati molti più stretti in quanto vincolati al veicolo di serie, la lunghezza può variare da meno di sei metri, fino a sfiorare il limite invalicabile per la patente “B” degli otto metri di lunghezza. E dovendo “viverci”, sembra quasi scontato che più il camper è lungo, più spazio abbiamo a disposizione, a garanzia di una migliore abitabilità, di più posti letto e di una più grande capacità di stivaggio.

Le domande da farsi per la scelta più corretta

Non sempre però maggiori spazi interni sottintendono un’aumentata vivibilità.

Inoltre, c’è il rovescio della medaglia; che è rappresentato dal comportamento su strada di un autocaravan di dimensioni importanti che comportano sicuramente più difficoltà in fase di manovra e parcheggio e minore maneggevolezza su percorsi tortuosi.

Quindi, prima di scegliere tra due modelli di diversa lunghezza, è utile valutare attentamente l’effettiva corrispondenza delle dimensioni e della distribuzione interna con le proprie esigenze: 
In quanti dormiremo nel camper?
Che tipo di vacanze abbiamo intenzione di realizzare?
  

Se siamo solo in due e l’idea è quella di partire col camper per arrivare al campeggio che abbiamo prenotato, tutti i veicoli ricreazionali possono andar bene, compresa la caravan che per questo particolare utilizzo, se non abbiamo specifici indugi per il traino, forse è più indicata e richiede un minore investimento di capitale.Altrimenti, se il desiderio è giustamente anche quello di sostare ma anche di muoversi, meglio valutare con attenzione le diverse dimensioni e le possibili soluzioni abitative.

Altrimenti, se il desiderio è giustamente anche quello di sostare ma anche di muoversi, meglio valutare con attenzione le diverse dimensioni e le possibili soluzioni abitative. Le dimensioni di per sé non sono riconducibili ad una specifica tipologia, con l’eccezione dei furgonati. Ad esempio, se allestiti su Fiat Ducato, hanno quattro precise lunghezze: 496 cm (non utilizzata nella produzione in serie), 541 cm, 599 cm e 636 cm. Identica per tutti la larghezza di 205 cm, mentre l’altezza con tetto originale Fiat è di 225 cm o la più utilizzata 252 cm.

Per gli altri autocaravan, che siano semintegrali, mansardati o motorhome, le lunghezze mediamente sono comprese tra poco meno di sei metri e i sette metri e 40, con qualche eccezione sia in basso che in alto, restando nei limiti dei 35 quintali consentiti dalla patente “B”.

Altezza…mezza bellezza.

Anche l’altezza può incidere nella scelta: ad esempio in base alle dimensioni di un box per il rimessaggio, l’altezza di un sottopasso nei pressi della propria abitazione o in generale volendo scegliere un camper più filante, con minore resistenza all'aria e nelle soste con un moderato impatto ambientale.  Nella scelta da valutare quindi anche l’altezza, che cambia in maniera più o meno sensibile in base alle diverse tipologie costruttive; i più bassi sono i camper puri con tetto sollevabile (ovviamente nelle soste) che col tetto abbassato possono non superare i due metri e non avere ad esempio l’ostacolo delle barre che in alcuni parcheggi, delimitano il passaggio per i veicoli con altezza di solito superiore ai 2-2,30 metri. 

Camper, motorcaravan e motorhome

Per i camper con tetto rialzato fisso, l’altezza oscilla tra i 250 e i 280 cm. Di seguito abbiamo i semintegrali senza l’opzione del letto che discende a soffitto e quindi con altezze che in alcuni casi partono da poco più di 260 cm per consolidarsi nei pressi dei tre metri. Ed è nell’intorno dei tre metri che oggi si rafforza l’offerta dei semintegrali con o senza basculante.

motorcaravan a parità di pianta interna, hanno sempre un’altezza superiore dovuta alla presenza della mansarda sopra la cabina e oscillano tra i 290 e 330 cm, con alcune eccezioni – di solito da patente C, che arrivano a sfiorare anche i 360 cm. 

motorhome infine, hanno altezze paragonabili a quelle dei semintegrali con basculante; quindi che spaziano da poco più di 270 cm e arrivano fino ai 300-310 cm. Naturalmente per chi ha la patente C o la più recente C1, c’è l’ulteriore mondo dei maxi camper con pesi ben superiori ai 35 quintali consentiti dalla patente “B”, lunghezze che superano anche abbondantemente i dieci metri e altezze che possono superare i 3 metri e 60.

Scritto da
Il Camperista

Il nostro sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione e presentarti contenuti ed offerte in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui . Cliccando sul tasto "Acconsento" permetti l'utilizzo dei cookie.